Come si ingrassa e come si dimagrisce

Per capire il perché mettiamo su peso, o lo perdiamo è necessario prendere in considerazione la bioenergetica, ovvero il bilancio energetico del nostro corpo: ingrassiamo se l’energia che assumiamo con il cibo è superiore a quella che è bruciata (metabolizzata) dal nostro corpo. Ma come? Tutto qui? Sì, la prima legge della termodinamica è universale e vale anche per noi: l’energia non può essere creata o distrutta.

Se io sono poco sensibile all’azione della leptina (un ormone che influenza la sazietà), oppure sono più sensibile alla grelina (ormone che incrementa la fame), questi segnali ormonali m’indurranno a mangiare di più, a introdurre più energia, e ingrassare. Se la mia tiroide, invece, secerne meno ormoni T4 e T3, il mio metabolismo rallenterà e brucerò di meno, e lo stesso ingrasserò. Qualunque causa biologica tiriamo in ballo, sia questa ormonale, oppure genetica, ci può far aumentare (o diminuire) di peso solo facendoci mangiare di più o bruciare di meno.

Molto spesso però incolpiamo dei presunti problemi ormonali o comunque cause di natura biologica, quando in realtà, siamo ingrassati solo per colpa di uno stile di vita sbagliato, in cui semplicemente introduciamo troppe calorie rispetto a quelle che bruciamo.

Per metter su un chilo di grasso (o per perderlo), ci vogliono circa 7000 chilocalorie, è un dato che non è uguale per tutti, ma è comunque una buona approssimazione.

Se inizio a introdurre giornalmente solo 100 kcal in più rispetto al mio abituale regime alimentare, probabilmente non me ne accorgerei nemmeno, tanto è piccolo il cambiamento: si tratta, infatti, delle calorie contenute in uno yogurt magro, o in una grossa mela, o in un cucchiaio d’olio. Oppure, potrei smettere di fare la mezzora di passeggiata serale con il cane e in questo caso non brucierei più quelle 100 kcal giornaliere.In un anno, facendo due calcoli, scopro che metterei su ben cinque chili, non male vero? Inizio a condire l’insalata con un cucchiaio l’olio in più, o mi muore il cane e ingrasso di cinque chili in un anno.

Se poi le calorie introdotte giornalmente fossero 200, i chili in più dopo un anno sarebbero dieci.

Il sovrappeso e l’obesità sono il risultato di piccoli errori energetici quotidiani, portati avanti per molto tempo. E’ così che funzionano gli stili di vita, basta un minimo cambiamento nell’alimentazione o nell’attività fisica, ma se diventano un’abitudine di vita, il peso lentamente, ma inesorabilmente, seguirà.

Fortunatamente, tutto ciò che ho detto è simmetrico, funziona anche al rovescio, e qui sta la magia.

Basteranno dei minimi cambiamenti sostenibili per ridurre in modo stabile in nostro peso.

Il percorso per il prossimo anno si preannuncia interessante, no?:-)

BUON ANNO!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...