Le diete fanno ingrassare?

Molte persone obese, soprattutto donne, mi hanno raccontato di aver iniziato la prima dieta durante l’adolescenza perché si consideravano un po’ in sovrappeso. Perdevano rapidamente peso, ma dopo un po’ di tempo si ritrovavano più chili di prima, questo rendeva ancora più urgente iniziare una nuova (e spesso più drastica) dieta per rimediare al danno. Ma alla fine anche questa nuova dieta, benché coronata da un iniziale successo, lasciava le cose peggiorate, con i chili di troppo aumentati, e così via con un nuovo ciclo. Queste persone, molto spesso si ritrovano a 40 o 50 anni, con un grado di sovrappeso tale da essere tecnicamente definite obese, eppure, come naufraghi in mezzo al mare, continuano a bere l’acqua salata dell’ennesima dieta, nella speranza che sia la volta buona. E’ come se fossero intrappolate in un gioco senza fine, costrette a recitare sempre lo stesso perverso copione: un passo avanti e due indietro.

Con il passare degli anni, anche le stesse diete, che prima avevano comunque garantito un’iniziale rapida perdita di peso, sembrano non funzionare più, anche perdere due o tre chili richiede una fatica immane.

In questi casi le diete veramente fanno ingrassare, la soluzione adottata, non solo non risolve, ma perpetua e peggiora il problema.

Il corpo, se sottoposto a un regime molto ipocalorico, reagisce come se si trattasse di una carestia alimentare, entra in una modalità di risparmio energetico, abbassando il metabolismo basale. Ai nostri antenati, costretti a vivere in un mondo di scarsità alimentare, questo tipo di risposta fisiologica ha salvato la vita molte volte e noi la ritroviamo impressa nei nostri geni. L’idea che ci possiamo volontariamente affamare in presenza di abbondante cibo è una cosa talmente assurda, evolutivamente parlando, da non essere presa in considerazione dalla nostra fisiologia.

Un’altra atavica risposta, che abbiamo ereditato dai nostri progenitori, è che se stiamo attraversando una carestia alimentare e troviamo del cibo, occorre approfittarne subito. Il cervello ci fa perdere il controllo di fronte ad una situazione del genere.

Il risultato di queste due spinte biologiche sarà che, una persona che si sottopone a una dieta molto ipocalorica, nella speranza di perdere rapidamente peso, inizialmente sarà accontentata, ma quando l’organismo si difenderà, abbassando il suo consumo energetico, anche il dimagrimento rallenterà. Mantenere la dieta diventerà sempre più difficile e richiederà sempre più sforzo mentale per astenersi dal cibo, fino a che, alla prima trasgressione, tutta la diga del controllo che aveva faticosamente costruito crollerà, travolgendola.

L’aspetto più terribile, che fa assomigliare la cosa a uno spietato gioco dell’oca dove il punto di arrivo è sempre più arretrato rispetto alla partenza, è che a causa della riduzione del metabolismo basale, nonostante la persona dopo aver abbandonato da dieta riprenda a mangiare come prima, il peso si assesterà su un valore più alto. E’ come aver portato dal concessionario la nostra auto con una cilindrata di 2000 cc ed esserne usciti con una di 1800 cc. Con la stessa benzina fa più chilometri.

Forse aveva ragione Hobbes quando sosteneva “per comandare alla natura, bisogna obbedirle”.

Annunci

3 pensieri su “Le diete fanno ingrassare?

  1. La cosa che non ti dicono, e che dovrebbe essere nella testa di chiunque intraprende una dieta, è che iniziare un nuovo regime alimentare è, in un certo senso, un cammino senza ritorno.

    Se — come era il mio caso — pesando 102kg si consumano solo per esistere e mangiare 2700 kcal, e a 75kg se ne consumano 2050, va da sé che la tua diaria giornaliera deve diminuire, e non poco. Il trucco sta nel trovare, tra la bilancia e la lettura delle etichette, il modo per unire l’utile e il dilettevole.

    • massimilianomatteoni ha detto:

      Sono completamente d’accordo con te! Complimenti per il tuo percorso di dimagrimento e per il tuo blog, che mi permetterò di consigliarlo ai miei clienti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...